Sport
Come si passa dal sogno di un bambino ad una medaglia olimpica.
22 agosto 2016
0
, , , , , , , , ,

Questo è il periodo in cui impazzano le polemiche su Roma2024 perché ovviamente la cassa di risonanza di Rio2016 è grandissima. Le discussioni vertono solo sulla natura politica, mai su quella sportiva. Eppure dovrebbe essere interesse della politica saper parlare di sport. Ma tant è…
Di storie di campioni che si sono innamorati della loro disciplina guardando una gara da piccoli se ne conoscono tante. Ma probabilmente non gli si dà la giusta importanza. Almeno in Italia.
Nessuno prende in considerazione la forza del sogno realizzato di un bambino nel vedere da vicino il proprio idolo sportivo, così come nessuno prende in considerazione l’emozione di un bambino nell’entrare in uno stadio, in un palazzetto, in una piscina o in qualsiasi grande struttura dove si fa sport. Cambia la vita. E se non la cambia, sicuramente l’inciderà tantissimo. E’ di questo che la politica si dovrebbe occupare. Come far sì che i bambini e i ragazzi trovino strade diverse dalle solite sedie messe davanti ad un computer.
Perché quando diventeranno adolescenti e non avranno passioni a guidare la loro crescita, prenderanno “strade sbagliate”.
E la colpa sarà nostra, non loro.
Quello che ci siamo dimenticati è che passare dal sogno al viaggio, alla loro età, è molto facile. Entrare in una palestra con altri bambini che condividono lo stesso sogno è emozionante ed adrenalinico. E quel viaggio, nel tempo, farà conoscere loro un caleidoscopio di emozioni difficilmente rintracciabili in altre attività. E quando si dice che lo sport è vita, lo è proprio perché lo sport dà la possibilità di imparare ad affrontare quelle emozioni, ad averne l’abitudine, in modo che quando si ripresenteranno nella vita, si saprà già come fare in maniera naturale.
Una Olimpiade in casa propria vorrebbe anche dire grande promozione per tutti gli sport definiti “minori” ma che minori non sono, visto che racchiudono in sé i veri valori dello sport. E questo punto non è certo minore, visto che viviamo in una nazione sportivamente pallonara, dove alla parola “valore” si abbina solamente la parola “economico”. Sono anche quegli sport che hanno le Federazioni che sanno meglio organizzarsi per approfittare dei grandi eventi. Spostare masse di ragazzi da una regione all’altra diventa meno difficile se c’è una buona organizzazione dietro. Quegli eventi diventeranno momento di incontro, dove si comprende che si fa parte di un progetto molto più ampio, che il mio sogno è simile al sogno di un ragazzo della mia stessa età ma che abita a centinaia di chilometri da me. E in un Italia dove lo sport (leggi calcio) divide, il valore del sogno che unisce è fondamentale per le generazioni future.
Altre volte ho qui scritto della cultura sportiva. E’ una cosa in cui credo molto perché ne sono impregnato fino al midollo. E ogni volta che mi emoziono vedendo gli atleti sfilare alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi, so che nei quindici giorni successivi ci saranno sicuramente storie di atleti da ascoltare, di chi grazie ad un papà solerte o semplicemente grazie ad una passione vivissima ha cambiato la propria vita, si è riscattato socialmente e può essere un esempio per le generazioni future.

2

About author

Francesco

Articoli simili

/ You may check this items as well

Handmade Software, Inc. Image Alchemy v1.14

Chiellini? Chillo è nu buon guaglione!

Questo è il periodo in cui impazzano le polemiche...

Leggi tutto

Ma si, eliminiamola st’Educazione Fisica!

Questo è il periodo in cui impazzano le polemiche...

Leggi tutto

There are 0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *