Job
La storia dell’estetista che ha raddoppiato i suoi guadagni in tre mesi.
4 maggio 2017
0

L’attesa in sala d’aspetto si allunga.
Lisa è già uscita tre volte a scusarsi, “ma questo è tutti i giorni”, mi dice. C’è molto movimento tra le tre salette dove lavorano lei con due sue dipendenti. Dopo aver visto la sua agenda ad occhio e croce ha lavoro per due generazioni. Con tutto il lavoro che ha mi chiedo perché mi abbia chiamato, perché abbia insistito per un incontro. Quando finalmente riesco ad entrare nel suo ufficio, mi spiega velocemente qual è il suo problema:

“La mia attuale clientela non è in linea con il nuovo indirizzo che voglio dare alla mia attività”.

Lisa fa questo lavoro da undici anni e si è portata dietro la clientela di quegli anni. Questo è sinonimo di professionalità. Se sei riuscita a tenere fedeli i tuoi clienti per tutto quel tempo, qualcosa devi pur avere.
Negli ultimi due anni ha fatto corsi di formazione su nuove tecniche e nuovi prodotti, e vuole focalizzarsi su un’offerta di servizi che mettano in evidenza la sua nuova professionalità.

Ma non con i suoi vecchi clienti.

Ha già fatto una indagine di mercato tra essi e si è resa conto che solo il 30% di loro è disposto a provare le nuove tecniche.
Lisa è sicuramente un passo avanti. Riconosce dov’è il problema e quindi diventa meno ostico farle capire il grosso sacrificio che dovrà fare. Perché di sacrificio si tratta. Nel momento in cui non vuole spostarsi in una struttura più grande e nel momento in cui non vuole prendere altro personale a cui delegare parte del lavoro che fa in prima persona, non c’è altra scelta che fare una cernita tra i clienti da tenere e quelli da lasciare andare.
Mi guarda sconvolta e me l’aspettavo.

Ad ogni imprenditore dire di rinunciare ad un solo cliente, fa più male di una martellata su un dito!

Passano alcuni secondi, ma leggo nei suoi occhi che si è resa conto che deve farlo. Lisa inconsapevolmente è entrata nel concetto di focus. Quindi decidiamo di dirottare la sue clientela da abbandonare verso una collega amica che conosce per ottima professionalità e che può soddisfare le esigenze di quella clientela. Solo a quel punto può partire il lavoro di CLOUD MARKETING, non prima. Perché quando arriveranno i lead generati, bisognerà essere sicuri che ci sia tempo a sufficienza da dedicare loro, sia perché sono clienti nuovi, sia perché le nuove tecniche hanno bisogno di essere gestite con una forte programmazione. Le spiego che possiamo cominciare con una campagna di lead generation, che le permetterebbe tramite internet di trovare chi sta cercando i nuovi servizi da lei offerti.

In breve tempo inizieranno a contattarla nuovi clienti alla ricerca di nuovi servizi!

Adesso che possiamo iniziare il lavoro, chiedo a Lisa di “profilarmi” il cliente tipo che dovrà entrare nel suo negozio per l’attività. Maggiori informazioni riesco a prendere da Lisa, maggiori saranno le possibilità che il nuovo cliente sia quello giusto.
Anche la geolocalizzazione è importante. Quanti chilometri può fare il potenziale cliente per comprare i tuoi servizi?
La domanda non è banale. Facciamo un esempio: a Lisa diamo un lead che dista da lei trenta chilometri. Questa potenziale cliente viene a provare la nuova tecnica di Lisa e ne rimane soddisfatta. Nulla vieta a questa cliente di cercare una professionista che usi la stessa tecnica ma che sia più vicina a lei rispetto a Lisa. In questa maniera guadagnerebbe tempo nello spostamento e denaro in carburante. Lisa invece avrebbe investito male i suoi soldi, e perso tempo per curare al meglio la nuova cliente per poi dare questo investimento ad una collega, che si ritrova una nuova cliente senza aver fatto nulla. Quindi la geolocalizzazione, soprattutto all’inizio, è importante.
A quel punto decidiamo lo strumento più idoneo alla ricerca sul web di potenziali clienti per Lisa. In questo caso sia Google AdWords che Facebook sono strumenti ideali per la ricerca dei lead, perché c’è possibilità di lavorare con molto focus sia con parole chiave (AdWords), sia per tipologia cliente (Facebook). Questo ci permetterà di avere dei lead con una profilazione molto vicina a quella che ci ha chiesto Lisa (clienti quasi sicuri). Entrambi possono lavorare con una geolocalizzazione precisa (ragionare per CAP),  per offrire a Lisa un risultato efficace di sicura soddisfazione.
E tu? Se pensi di avere le stesse necessità di Lisa, riempi il form qui a lato. Ti ricontatteremo per raccogliere la tua esigenza e risponderti velocemente.

 

0

About author

Francesco Buonfiglio

Francesco Buonfiglio

Mi occupo di formazione, vendite, coaching, gestione delle risorse, marketing, Consumer Dialogue. Punto ad un continuo miglioramento della mia professionalità, attraverso l'offerta di competenze ed esperienze ad aziende che vogliano migliorare la qualità del loro rapporto con il cliente o valorizzare le proprie risorse commerciali.

Articoli simili

/ Articoli che potrebbero interessarti

customare-life-cycle

Nurturing, ovvero “nutri il tuo contatto e trasformalo in un cliente soddisfatto”

L’attesa in sala d’aspetto si allunga. Lisa è...

Leggi tutto
Dentist-18

Come fare ad essere odontoiatra oggi senza che i clienti scappino all’estero

L’attesa in sala d’aspetto si allunga. Lisa è...

Leggi tutto
arbitro-controversie-finanziarie

Come vendere una polizza assicurativa ad uno sciatore senza dover salire al Sestriere.

L’attesa in sala d’aspetto si allunga. Lisa è...

Leggi tutto

There are 0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *